"Lasciate che chi non ha voglia di combattere se ne vada. Dategli dei soldi perche' acceleri la sua partenza, dato che non intendiamo morire in compagnia di quell'uomo. Non vogliamo morire con nessuno ch'abbia paura di morir con NOi!"
Enrico V-William Shakespeare

sabato 8 agosto 2009

Marcinelle Commemorazione

Il presidente della camera alla commemorazione:
Il lavoratore merita rispetto anche se non ha il papier, il documento. Poi ci si può dividere su quali politiche siano più adatte a governare il fenomeno dell'immigrazione».

«Nel '56 la parola extracomunitari non esisteva ancora, ma se ci fosse stata i lavoratori italiani che morirono in quella strage sarebbero stati definiti extracomunitari e magari qualcuno l'avrebbe fatto con un certo disprezzo», ha aggiunto Fini. «Gli italiani che negli scorsi decenni hanno lasciato il Belpaese per andare a lavorare all’estero non venivano solo dal Sud ma anche dal Nord Italia, come dimostra l’anagrafe. Questo dato di verità storica lo ricordino oggi i tanti esponenti politici che rappresentano il Nord del nostro paese.

Dal 2001 l'8 agosto è stato dichiarato Giornata nazionale del sacrificio del lavoro italiano nel mondo.

Il presidente Fini deve ricordarlo al Governo ed in modo particolare alla Lega.

4 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Ok sarà per il prossimo post

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Concordo con Luigi,
    si allena a fare il Presidente della Repubblica, sa leggere ciò che gli scrivono...senza emozioni e senza interesse.
    I leghisti hanno capito da tempo cosa significa la parola "lavoratori"....più voti per ogni volta che la pronunciano.

    RispondiElimina